scatoline scrigno

Questi giorni ho lavorato a diversi progetti, forse questo della scatolina scrigno è stata quello più impegnativa perché è stato un lavoro minuzioso ma eccola qui, finalmente sono riuscita a realizzarla.

Scatolina scrigno

Volevo creare un contenitore per contenere confetti, caramelle o piccoli oggettini che fosse simile ad uno scrigno per un compleanno a tema nautico (ma perché no, anche ad un tema pirati).
Ho cercato su internet qualche tutorial o qualche disegno prestampato da ritagliare, ma non ho trovato nulla che mi piaceva, perché alcuni scrigni avevano i coperchi rotondi e la stampa doveva essere fatta su un foglio marrone per non perdere troppo tempo a colorare, così mi son detta “ok, me la invento!” e armata di santa pazienza ho costruito questa scatolina a scrigno.

 

Scatolina scrigno

Non è carina? Quasi realistica!
Una volta creata la base per la realizzazione ho provveduto alle decorazioni che con il metodo dello stencil sono state abbastanza semplici e veloci!

Per voi ho creato un video tutorial, così potete capire come viene realizzata questa scatolina scrigno.
CLICCA SULL’IMMAGINE SOTTO

Come costruire un faro

Come per le scatoline scrigno e gli inviti a tema nautico ci vuole qualcos’altro per allestire una bella tavola, e cosa non meglio di un faro luminoso?
E’ stato davvero divertente costruirlo, oltretutto con l’aiuto di un video trovato su YouTube.
Ovviamente l’ho personalizzato e costruito con gli elementi che avevo e che sono riuscita a trovare, ma più o meno il procedimento è quello. Vediamo quindi come costruire un faro.

Questo è il video di Ormbretta dove ho preso ispirazione, ma continua a leggere come procedere anche con altri materiali.

Ho recuperato una confezione del tubo delle patatine che una volta svuotato ho pulito e tagliato come nel video e ho proceduto alla stessa maniera con la confezione dell’orzo tagliandole e chiudendole con lo scotch carta e applicando un tappo di plastica di un bicchierino da caffè. Credo veramente che queste siano le due confezioni più adatte per creare questo faro!

Ombretta procede con della pasta di struttura, volendo potevo procurarmi un po’ di sabbia di mare, colla vinilica e tempera bianca, ma ho semplicemente usato della carta da cucina e della colla vinilica diluita con acqua e ho provveduto a coprire entrambe le confezioni.

Una volta asciutte le ho colorate con della tempera bianca. La base (la confezione dell’orzo) l’ho ricoperta esternamente con delle pietre dell’acquario e incollate una ad una con una colla a presa rapida.

Il tappo della confezione delle patatine l’ho colorato di rosso, come anche le strisce del faro, incollato nella parte superiore del tubo.
Ho utilizzato un tappo trasparente (ma non mi ricordo di quale prodotto) per simulare il vetro del faro e il suo interno è stato rivestito, nella parte alta con un cerchio di un foglio di alluminio e attorno con un foglietto di carta da forno. Al centro è stata inserita una candelina a batterie bianca e fermata con una guarnizione trovata a casa e dei giri di colla a caldo, tanti quanto la circonferenza del tappo trasparente.

In pratica, come si vede dalla foto sotto, ho ricreato uno spessore così che la candela rimane ferma e al centro del tappo trasparente.

Alla base del tappo delle patatine, che ho colorato di rosso è stato fatto un cerchio di colla e fatto asciugare, così da avere una base d’appoggio centrale per la candela.


Cosa manca? La ringhiera! Nel garage avevo della rete, sì, quelle di plastica verdi che si usano per il giardinaggio, quindi ne ho ritagliato un pezzetto lunga quanto la circonferenza interna del tappo, ricavato una striscia e colorata con la tempera bianca, e una volta asciutta incollata prima a cerchio su se stessa e poi sul tappo rosso.

Cosa manca? La parte più alta!
Facendo un po’ di pulizia è saltato fuori questo tappo perfetto. Secondo voi di che cos’è? Difficile da indovinare! Si tratta di un tappo che protegge la base delle lampade a led, come se fosse una sorta di “porta lampada”. Ho colorato anche questo di rosso e incollato sul tappo trasparente.

Assembliamo il tutto e quando ci serve accendere il faro basterà solo alzare il tappo trasparente e accendere la lucetta ed il faro è pronto per essere acceso e fare la sua bellissima figura sul mobile o come nel mio caso al tavolo di un compleanno a tema nautico.

 

Avete visto come costruire un faro?
Come avete potuto vedere e leggere si possono utilizzare oggetti che troviamo benissimo in casa e spendendo veramente poco con la soddisfazione di averlo preparato voi!

Cosa aspettate! Costruitelo anche voi!

 

Busta matrimonio

Oggi siamo pronti con un nuovo progetto facile da creare. Avevo bisogno di una busta per matrimonio elegante, non troppo semplice ma particolare.
Visto che avevo del tempo a disposizione ho deciso di crearla, così armata di santa pazienza mi sono messa all’opera.

Ecco come ho iniziato il progetto:

Foglio di cartoncino A4 da 160 grammi. Con il piano da taglio della We R Memory Keepers eseguiamo le seguenti linee per buona parte del foglio senza tracciarlo tutto e girato in verticale.
3/8 – 6,3/8 – 6,3/4 girate il foglio in orizzontale ed eseguite 2,3/4 – 6,3/4 – 9,1/8 .
Unite le linee rimaste scoperte dal precedente tracciamento. La parte che rimane libera la useremo più avanti senza sprecare altra carta.
Tagliamo il cartoncino e togliamo le parti segnate con la X.

Alla fine otteniamo questo.

Adesso utilizziamo la Sizzix Textured Impressions A2 Embossing Folders. Mi piace molto questo swirl! Lo trovo molto elegante.

Peccato solo che per questo lavoro sia un po’ piccolino, allora procediamo così.
Lo passiamo sotto la Big Shot Plus prima da un lato e poi dall’altro, come da foto.

Ecco quello che abbiamo ottenuto. Non preoccupatevi per la riga ai 2/3 del foglio, avremo modo di occuparcene dopo.

Occupiamoci adesso della parte superiore della busta.
Avete visto che abbiamo uno spazio tra le due “embossate”? Creiamo con la matita 2 punti sui due lati a 2 cm di altezza dalla base e congiungiamoli fino allo spazio creato tra le due embossate e poi tagliamo.

Chiudiamo la busta e calcoliamo a circa 1,5 cm di altezza tra le due embossate un punto dove andremo ad applicare una calamita con la colla.

Calcoliamo anche la parte bassa dova va incollata l’altra calamita dalla parte interna.

Incolliamo le due calamite sui punti che abbiamo segnato.

Con la parte di carta avanzata, la ritagliamo e segniamo con la matita il bordo della chiusura della bustina.

Lo ritagliamo qualche millimetro meno rispetto al bordo ottenendo questo.

Con una penna scriviamo una frase, nel mio caso ho scritto “congratulazioni” in inglese.

Incolliamo la scritta sulla parte superiore e le linguette laterali sulla parte centrale della nostra bustina.

Vi ricordate della riga ai 2/3 del foglio? Applichiamo delle perle tra un embossing e l’altro così da coprire la striscia vuota a mio parere un po’ antiestetica.

La nostra busta per matrimonio elegante è pronta per contenere i nostri auguri.
Ovviamente potete personalizzare la vostra busta con altri accessori, colori o cambiando la dimensione in base alle vostre esigenze.

Enjoy

Buongiorno a tutti voi!

Se scrivo oggi è perché ho una novità e qui finalmente si è smosso qualcosa!
Ve lo ricordate il progetto delle scarpette per nascita che avevo fatto per il mio cuginetto Davide? Beh, ovviamente lui è cresciuto, adesso ha le sue idee e le sue passioni e per festeggiare il suo compleanno insieme agli amichetti aveva scelto il tema dei dinosauri.

Con la mamma, Laura, prese dal panico degli ultimi 15 giorni, abbiamo pensato di usare qualcosa di utile, le matite. Lo so che le matite sono molto scontate e le fanno tutti, chi con i supereroi, chi con i cartoni animati, ma quantomeno è un oggetto che non si butta.
Abbiamo quindi optato per una matita in legno neutrale senza decorazioni con sopra un dinosauro in feltro.

 

Laura si è occupata di ritagliare i piccoli dinosauri. Su un pezzo di feltro ha segnato due sagome con una penna. Sarebbe bene segnare una fronte, girare il foglio e disegnare il retro, così la parte segnata con la penna rimane all’interno.
Queste sono state tagliate ottenendo due sagome e incollate interamente tra loro, tranne la parte sottostante, lasciando il giusto spazio per infilare la matita. Poi sono state aggiunte delle rifiniture come le zampine, squamette e occhietti.

L’altra Laura, ovvero io, mi sono occupata di assemblare il tutto.
Ho inserito i confetti al cioccolato colorati negli appositi sacchetti per alimenti, e ho legato il tutto con nastri colorati e retina di tulle beige e infine ho applicato i bigliettini bomboniera che ho preparato con lo spaventosissimo indominus che a Davide piace tanto.

Nel link sotto potete trovare le forme dei dinosauri da stampare, ritagliare e utilizzare per creare i vostri piccoli dinosauri.

SAGOME DINOSAURI

Infine dovevamo progettare una struttura per portare queste matite, ne abbiamo preparate circa 26, così ci siamo studiate un dinosauro più grande interamente in feltro spesso con all’interno 3 spugne per fiori a sfera assemblate con degli stuzzicadenti, basi di polistirolo e cartoni laterali per sostenerlo.
Ho disegnato su 2 fogli A3 la forma del dinosauro cercando di capire se le dimensioni delle spugne erano sufficienti. Una volta confermato ho tagliato il disegno del dinosauro e poi è stato disegnato sul feltro e ritagliato ottenendo 2 sagome.
Abbiamo stabilito la profondità del dinosauro in base alla spugna per fiori e quindi ritagliato delle strisce lunghe sufficienti a coprire la parte frontale fino alle spalle del dinosauro e la parte dietro fino alla coda lasciando spazio sulla schiena, infine Laura si è occupata di incollare e rifinire il dinosauro.

Finito tutto questo lavoro non abbiamo fatto altro che inserire le matite infilzandole nelle spugne cercando anche di bilanciare il peso.

Matite e dinosauriE’ stato un bel lavoro!
Ecco la carrellata di tutti i piccoli dinosauri!

Matite e dinosauriMatite e dinosauriE dopo il compleanno? che cosa è successo al dinosauro?

E’ stato svuotato all’interno e aggiungendo due maniglie è diventata una pratica “borsa” porta giocattoli!

Cosa ne pensate? Siete pronti per replicare questa idea?

ENJOY!

Ciao a tutti amici! Voglio mostrarvi questa mini card con più pagine che ho creato l’altro giorno molto carina!

Mini card con più pagine

E’ molto semplice creare questa mini card, si apre come una fisarmonica disponendo sei pagine bianche avendo la possibilità di inserire una o più foto di piccole dimensioni, uno o più pensieri, insomma, tutto quello che vi passa per la testa! Il tutto legato con un nastro e allegato un piccolo charm.
Per questo progetto non abbiamo bisogno di strumenti particolari o necessari da comprare, basta forbici, righello e una macchinetta per fare i buchi, il resto lo aggiunge la vostra fantasia!

Ma come si realizza? Volete vederlo meglio come viene aperto? Ecco …

Ho preparato per voi questo video tutorial

Mini card con più pagine YT

Cosa aspettate a prepararla? Io ne ho preparate due di colori diversi! Potete aggiungere altri tipi di timbri a seconda dell’occasione. Potete anche inserire delle piccole taschine per contenere altri piccoli pensieri, come ulteriori bigliettini.

Questo che ho realizzato è solo l’inizio, sta a voi completare l’opera con ciò che vi piace!

Mini card con più pagine

Vuoi vedere altri video su vari progetti scrap o ricette?
Scoprili il mio canale YouTube
Laly

Cercate qualcosa di semplice e sfizioso da mettere in tavola il giorno di pasqua? Oppure qualcosa di originale e semplice da regalare ai vostri ospiti dopo pranzo? In ogni caso se siete alla ricerca di un’idea semplicissima e molto carina ecco la soluzione.

Mini cestino con ovetti di cioccolato

Questi cestini sono davvero semplici da realizzare, basta un po’ di fantasia. Cominciate a scavare nei vostri cassetti e a cercare nastri colorati forbici e quant’altro materiale possa esservi d’aiuto.

Io ho utilizzato la COPPA DANIELA e all’interno ho messo della rafia, ritagli di nastro verde chiaro per dare un po’ di colore, qualche ovetto al cioccolato, un nastro largo e di un colore primaverile come decorazione esterna con un bel fiocco e un pulcino finto. Ho assemblato il tutto in modo semplice e il mini cestino con ovetti di cioccolato è pronto! Una volta che gli ovetti sono finiti è possibile riutilizzare la COPPA DANIELA di POLOPLAST per ulteriori impieghi.

Quest’anno mi devo risparmiare “l’aiuto” della mia piccola pulcina Zelda, oggi sta poco bene, probabilmente è pronta per fare un ovetto, quindi non la disturbiamo 🙂 

Ovviamente potete utilizzare tutti i materiali che volete, magari materiali da riciclo, tutto sta alla vostra fantasia! C’è solo da sbizzarrirsi! 😀

Mini cestino con ovetti di cioccolato

Con questo post colgo l’occasione di augurarvi una serena pasqua!
Che queste feste possano portare per voi un arcobaleno di felicità e salute!
Laly

Siete alla ricerca di qualche idea per l’inviti di compleanno a tema Frozen Fever per le vostre bambine? Niente paura, potete realizzarli in modo molto semplice seguendo il mio tutorial.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per la realizzazione di questo invito vi servirà:

  • cartoncino verde
  • cartoncino marrone
  • foglio 80 g giallo
  • cartoncino con l’invito scritto
  • cartoncino verde scuro
 Accessori
  • taglia dischi
  • punch Ek Success cerchio ondulato 1½”
  • Envelope punch board
  • We R Memory Keepers Trim e Score Board
  • Sizzix Big Shot Plus
  • Embossing folder puntinato dello starter kit Sizzix
  • Bigz L 660515 dello starter kit Sizzix
  • Fustella foglia Marianne Designe LR0162
  • Biadesivo

La circonferenza dei cerchi del cartoncino verde è di cm 9,5.
La grandezza dell’invito interno è di cm 9 x 9.

Cliccate sull’immagine per accedere al video!

 

Vi è mai capitato di avere una fustella molto particolare, intendo molto lavorata, e di non riuscire a staccare il foglio che avete appena fustellato con il risultato di .. STRAPPARLO?! Ecco direi che il titolo di questo post ” Carta incollata alla fustella. E adesso come la stacco? ” ci sta proprio!

Orrore! E pensare che devo fare ancora 80 pezzi e già comincio così con il primo cartoncino strappato! Ok, riproviamo, lo staccherò più lentamente, ma quando mi sbrigherò?
Pare che mamma mi abbai trovato una soluzione, può essere che una candela si sia accesa nella sua mente e mi abbia dato l’idea?

Proviamola!

Prendiamo una candela vecchia, io ho ancora quella della mia prima comunione e vi assicuro che funziona benissimo (non sono intenzionata a conservare ceri per il ricordo di questi eventi)  😀
Sfreghiamo qua e la sui punti critici della fustella ..

Carta incollata alla fustella. E adesso come la stacco?

fustelliamo …

voilà! se ne viene con moooolta meno fatica e oltretutto non si strappa!

Carta incollata alla fustella. E adesso come la stacco?

 

Carta incollata alla fustella. E adesso come la stacco?

Non vi dico di essermi sbrigata in un battibaleno a fare 80 pezzi, ma vi assicuro che mi ha velocizzato il lavoro, oltretutto i petali non sono rovinati come i primi!
Voi avete utilizzato altri metodi che vi hanno facilitato il lavoro? Fatemi sapere con un commento qui sotto!

Laly